Cima Presanella

Cima Presanella

Data di inizio: sabato 23 Luglio 2022
Data di termine: domenica 24 Luglio 2022
Luogo: m 3.558 Via Normale
2022

La cima Presanella (Alpi Retiche meridionali – Gruppo Adamello Presanella) è una splendida montagna collegata da una lunga cresta alla cima Vermiglio, di cento metri più bassa. La salita, per la via normale, è di carattere alpinistico, richiede esperienza, conoscenza del territorio, attrezzatura completa e allenamento.

Primo giorno
Partenza da Spilimbergo in direzione Vermiglio. Dal punto in cui si lascia l’auto (m 1.800 circa), grazie ad abbondanti segnavia ci si innesta nel sentiero che percorre un lungo tratto a mezzacosta, supera una galleria scavata nella roccia dagli austriaci ai tempi della Prima guerra mondiale, passa sotto a una cascatella e comincia dunque a salire dapprima per larghi tornanti, quindi in modo più impegnativo a scavalcare il costolone su cui si trova il rifugio Denza Stavel a m 2.298.

Dislivello: 400 m circa in salita per uno sviluppo di circa 4.5 km
Tempo di percorrenza: 1,30 ore
Se invece si decide di parcheggiare in località Stavel, all’inizio della strada bianca (6,5 km), si può raggiungere il Rifugio imboccando il sentiero 206.
Dislivello: 900 m circa in salita
Tempo di percorrenza: 3,30/4 ore


Secondo giorno

Alla luce della frontale si lascia il rifugio e si percorre l’evidente sentiero in direzione passo del Cercen. Si risale un costolone, si trova subito la neve e ci addentra in un vallone che si traversa interamente in piano, a giungere all’attacco del ghiacciaio. Qui è indispensabile legarsi e indossare i ramponi. Si prosegue la salita in direzione della sella di Freshfield a quota 3.375 m, proprio sotto la punta Vermiglio. Da qui ci si abbassa di una cinquantina di metri su tratto attrezzato. Si scende dunque su bellissimo anfiteatro di ghiaccio che si percorre con un traverso in piano avendo bene in vista la cresta della Presanella, mantenendosi a destra per evitare cornici sporgenti, dapprima su terreno molto semplice, quindi su misto di roccette. L’ultimo tratto di cresta si affaccia in modo un po’ esposto sulla parete nord e successivamente un traversino con alcuni passi molto scabrosi e la risalita della cupola sommitale con pendenze sino a 45 gradi su ghiaccio ben scalinato e divertente fino alla vetta dove troveremo la croce. La via di discesa è la stessa della salita.

Dislivello in salita dal rifugio: 1.260 m per uno sviluppo di 7 km circa
Tempo di percorrenza: 6 ore
Dislivello in discesa al rifugio: 1.260 m, 7 km circa
Tempo di percorrenza: 4 ore
Dal rifugio all’auto, dislivello in discesa 400 m circa in 1,5 ore, km 4,5 circa.

 

Partenza: ore 6,00 dalla sede sociale
Difficoltà: EE – Escursionisti Esperti, PD – II
Equipaggiamento: alta montagna: imbrago, casco, piccozza, moschettoni a ghiera, cordino ghiacciaio, longe
Dislivello: 1° giorno 900 m o 400 m in funzione del punto di partenza; 2° giorno 1.260 m
Tempo di percorrenza: 1° giorno 4 ore oppure 1,30 ore in funzione della scelta in loco; 2° giorno 6 ore salita, 4 ore discesa
Coordinatori: Antonio Sovran 347 0480030, Flavio Truant 338 1738718
Trasporto: mezzi propri
Partecipanti: max 18 posti
Costo: 60,00 €
Carta topografica: Tabacco n. 52

Prenotazione obbligatoria entro il 24 giugno 2022 o ad esaurimento posti;
acconto 30,00 €.