Escursioni

Prossimi eventi

Anello Croda da Lago

Data: agosto 22, 2019

Posizione: m 2.450

INFRASETTIMANALE 2019

Partenza: il luogo di ritrovo e l’orario di partenza verranno stabiliti di volta in volta dai coordinatori.
Dislivello: m 800
Difficoltà: E
Tempo di percorrenza: ore 6.30 totali
Coordinatore: Walter Cimarosti 348 2440538

Prenotazione gradita entro il giorno precedente.

Croda Negra

Data: agosto 25, 2019

Posizione: m 2.518

2019

Arrivati a Cortina si prosegue per il passo Falzarego dove si parcheggiano le auto. La montagna si trova a sud-est del passo, imponente e dirupata.
Non presenta particolari difficoltà, tranne un breve passaggio di pochi metri (canalino stretto) e una breve cengia esposta.
Interessante per le testimonianze belliche e il bel panorama.

Partenza: ore 7.00 dalla sede sociale
Difficoltà: EE – Escursionisti Esperti
Equipaggiamento: media montagna
Dislivello: 413 m
Tempo di percorrenza: 4.00 ore
Coordinatori: Nevio B. Natalina V. 339 2778503
Trasporto: mezzi propri
Carta Topografica: Tabacco n. 03

È richiesta la prenotazione ai coordinatori anche a mezzo sms.

Monte Specie – Picco di Vallandro

Data di inizio: agosto 31, 2019

Data di termine: settembre 1, 2019

Posizione: Monte Specie m 2.307 - Picco Di Vallandro m 2.839

2019

1° giorno: dalla strada che da Cima Banche scende a Dobbiaco, parcheggiamo le auto nelle vicinanze del lago di Landro. Dopo un tratto pianeggiante, prendiamo il sentiero n. 34 che sale lentamente il fianco est del monte Specie, poi con pendenza più accentuata gira verso nord, poi verso ovest, arrivando in sella di monte Specie. Da qui con percorso più agevole si conquista la cima m 2.307 molto panoramica. Dopo una sosta, ritornati in sella scendiamo al rifugio Vallandro m 2.028, dove pernottiamo.

2° giorno: alla mattina saliamo in direzione nord, con bel sentiero panoramico, che nel tratto finale diventa più impegnativo, arrivando sul Picco di Vallandro m 2.839 in circa 3 ore. Il ritorno sarà per la stessa via fino al rifugio, da qui per scendere seguiremo la val Specie fino alla strada e alle macchine.

Partenza: ore 7.30 dalla sede sociale
Difficoltà: E – Escursionistica, EE – Escursionisti Esperti per ultimo tratto alla cima Picco di Vallandro
Equipaggiamento: media montagna
Dislivello: 1° giorno 900 m – 2° giorno 820 m
Tempo di percorrenza: 1° giorno 4.00 ore – 2° giorno 6.30 ore
Coordinatore: L. Petrucco 335 7484995
Trasporto: mezzi propri
Carta Topografica: Tabacco n. 03

Prenotazione obbligatoria entro 4 agosto o fino esaurimento posti (acconto € 20,00).

Monte Cavallino

Data: settembre 5, 2019

Posizione: m 2.689

INFRASETTIMANALE 2019

Partenza: il luogo di ritrovo e l’orario di partenza verranno stabiliti di volta in volta dai coordinatori.
Dislivello: m 1.100
Difficoltà: EEA
Tempo di percorrenza: ore 6.30 totali
Coordinatore: Bruno Filipetto 320 4566166

Prenotazione gradita entro il giorno precedente.

Rifugio Fabiani e Zollner See

Data: settembre 8, 2019

2019

Da Paularo proseguiamo per la strada che conduce al passo del Cason di Lanza fino alla casera Ramaz dove parcheggiamo.
Iniziamo la camminata seguendo la pista di servizio alla casera Lodin Alta per poi lasciarla e proseguire per il rifugio Fabiani (casera di Pecol di Chiaula Alta) sentiero n. 454. Proseguiamo, sulla destra, guardando il fabbricato, per il passo di Pecol di Chiaula (confine). Panorama molto vasto. Percorriamo un tratto in Austria per ammirare gli splendidi laghetti in particolare il Zollner See.
Rientro in Italia per il passo Lodinut (sentiero n. 457) e proseguiamo fino a casera Lodin Alta. Da qui il rientro a casera Ramaz può avvenire ancora per il sentiero n. 457 o per la pista di servizio.

Partenza: ore 6.00 dalla sede sociale
Difficoltà: E – Escursionistica (con buon allenamento)
Equipaggiamento: media montagna
Dislivello: 950 m
Tempo di percorrenza: 8.00 ore
Coordinatori: C. Cozzi 0427 907702 – 347 6854675, T. Del Gallo
Trasporto: mezzi propri
Carta topografica: Tabacco n. 09

È richiesta la prenotazione ai coordinatori anche a mezzo sms.

Monte Plauris

Data: settembre 15, 2019

2019

L’ascesa al monte Plauris è prevista da Tugliezzo, il rientro per Portis. Percorrendo la statale 13 Pontebbana poco dopo aver superato Carnia, imboccheremo la rotabile per Tugliezzo arrivando presso un’area dove si può comodamente parcheggiare (m 503).
Da qui imboccheremo il sentiero CAI n. 701 che si sviluppa dapprima all’interno del bosco dove incontreremo il ricovero Franz. Più avanti, intorno a quota m 1.300 il percorso si fa più sassoso e nel giro di poco spazio esce dalla vegetazione. A quota m 1.643 arriveremo a passo Maleet (da qui per i meno allenati è possibile raggiungere direttamente il ricovero Bellina scendendo di 200 m). Altri 300 m e saremo in vetta al Plauris.
Dalla vetta si ridiscende e passando per il ricovero Bellina si imbocca il sentiero CAI n. 728 che con vista panoramica sulla val Venzonassa ci condurrà a Portis.

Partenza: ore 6.30 dalla sede sociale
Difficoltà: E – Escursionistica fino a passo Maleet, EE – Escursionisti Esperti con buon allenamento fino alla vetta
Equipaggiamento: media montagna
Dislivello: 1.500 m fino alla vetta, 1.100 m fino a passo Maleet
Tempo di percorrenza: 4.00 ore salita – 4.00 ore discesa
Coordinatori: S. Zancan 328 7389031, L. Petrucco 335 7484995
Trasporto: mezzi propri
Carta topografica: Tabacco n. 27

È richiesta la prenotazione ai coordinatori anche a mezzo sms.

Parenzana – Bicicletta per tutti

Data: settembre 22, 2019

2019

Altro esempio classico del riuso di un vecchio tracciato ferroviario è quello della Parenzana. Inaugurata il primo aprile del 1902 dall’Impero Austroungarico, alla cerimonia non vi fu nemmeno un giornalista o curioso: essendo il primo d’aprile si pensava ad uno scherzo. L’ultimo viaggio partì nel 1935. La ferrovia collegava l’Italia all’Istria partendo da Trieste a Parenzo e Canfanaro (T.P.C.).
Oggi la Parenzana torna ad unire l’Istria attraverso Italia-Slovenia-Croazia, in nome della “salute e dell’amicizia”, così recitano i suoi cartelli.
Noi faremo la parte centrale: partendo da Sicciole (Slovenia), passando la frontiera a Dragonja, entriamo in Croazia. Prima parte in leggera salita (le ferrovie non superano mai il 2%), passando per Buje e Grisignana, punto più alto del percorso a m 250. Qui siamo a metà strada (km 20): ora il percorso prosegue tutto in discesa fino a Levade, la capitale istriana del tartufo, passando in mezzo a olivi e vigne di Malvasia d’Istria.
A Levade ci sarà la corriera ad attenderci, sperando che il Bar-Bui sia aperto… Buona pedalata.

Partenza: ore 6.00 dalla sede sociale
Difficoltà: medio/facile
Equipaggiamento: bicicletta, caschetto, abbigliamento adeguato
Distanza: 45 km – 80% sterrato, 20% asfalto
Dislivello: salita 200 m, discesa 200 m
Tempo di percorrenza: 6.00 ore
Coordinatori: M. Foscato, L. Bit 331 6184608
Trasporto: pullman con minimo 30 persone

È richiesta la prenotazione ai coordinatori entro il 14 settembre 2019, acconto € 20.00.

Nota importante: per comodità di carico, si chiede di togliere i cestini dalla bici.

18° Festa Intersezionale della Montagna Casera Montelonga

Data: settembre 29, 2019

Escursione in collaborazione tra le sezioni di Pordenone, Sacile, Spilimbergo, Maniago, Claut e Cimolais.

Informazioni dettagliate in sede.

Giornata dei sentieri

Data: ottobre 6, 2019

2019

Il sentiero è la strada dell’alpinista e la base di qualsiasi attività escursionistica, atletica ed esplorativa delle montagne.
Quest’anno, nell’ambito dell’attività di recupero e manutenzione dei sentieri, il CAI di Spilimbergo propone una giornata di lavoro per la manutenzione e la pulizia di uno dei tanti sentieri gestiti dalla sezione insieme alla Sottosezione Valtramontina. Il percorso sarà deciso a settembre, la scelta verrà fatta in base ai danni subiti dai sentieri sia durante l’inverno che eventualmente nel corso del 2019.
I soci troveranno in sede le informazioni su modalità e date dei lavori per poter dare il proprio contributo.

Referente per la sentieristica: Loris Facchin – Sezione Spilimbergo e Sottosezione Valtramontina.

Monte Corvo Alto

Data: ottobre 13, 2019

Posizione: m 2.455

2019

Il Corvo Alto è una facile cima racchiusa tra il Pelmo e i Lastoni di Formin. Partiamo da passo Giau in leggera discesa sino al rifugio dei Loschi per poi salire a forcella Giau. Ora proseguiamo fino a raggiungere la facile e panoramica cima del Corvo Alto m 2.455.
Per il ritorno si segue a ritroso lo stesso percorso dell’andata, o passando per il sito archeologico di Mondeval.

Partenza: ore 6.00 dalla sede sociale
Difficoltà: E – escursionistica
Equipaggiamento: media montagna
Dislivello: 700 m
Tempo di percorrenza: 6.00 ore
Coordinatore: R. Barbui 328 9730967
Trasporto: mezzi propri
Carta Topografica: Tabacco n. 03
È richiesta la prenotazione al coordinatore anche a mezzo sms.

Eventi passati

Anello Forcella Val del Drap

Data: agosto 4, 2019

Posizione: m 2.290

2019

Il percorso inizia da Pian Fontana (m 930 circa), da qui prendiamo il sentiero che ci porta alla casera Laghet de Sora da dove si possono ammirare le guglie della Cima delle Monache e Cima Dei Frassin.
Dopo aver superato un irto prato lungo il sentiero n. 389 si arriva in località Pala Anziana dove si possono ammirare svariate fioriture. A questo punto il nostro percorso attraversa un piano detritico che ci porta alla forcella m 2.290.
In questo punto ci troviamo sotto le strapiombanti pareti della catena dei Preti, pareti che possiamo definire maestose. Lungo una discesa erbosa che ci porta in un colatoio arriviamo sul sentiero dell’andata.

Partenza: ore 6.30 dalla sede sociale; ore 6.50 dalla piscina di Maniago
Difficoltà: EE – Escursionisti Esperti
Equipaggiamento: media montagna
Dislivello: 1.400 m
Tempo di percorrenza: 8.00 ore
Coordinatori: W. Cimarosti 348 2440538, G. Passudetti 347 4421485
Trasporto: mezzi propri
Carta Topografica: Tabacco n. 21

È richiesta la prenotazione ai coordinatori anche a mezzo sms.

Monte Mia

Data: luglio 28, 2019

Posizione: m 1.237

2019

Alla ricerca delle tracce dei mammiferi.
Arrivati a Stupizza, a metà paese circa, si svolta a sinistra e dopo aver percorso 200 m su strada bianca in direzione del greto del fiume Natisone, si parcheggia su ampio spiazzo erboso (quota m 203). Il sentiero inizia sulla sponda destra del Natisone dove si arriva attraversando un lungo ponte pedonale. Si cammina lungo una larga mulattiera che raggiunge i resti del villaggio di Pradolino (m 433). Qui c’è un bivio, noi saliamo a destra fino a raggiungere il bellissimo ripiano di casera monte Mia (m 970). Proseguiamo sulla destra della casera entrando in un’abetaia fino sulla cresta dove si trova la cima del monte Mia (m 1.237).
Il ritorno fino alla casera segue lo stesso percorso dell’andata, poi il sentiero prosegue a sinistra lungo una strada in falsopiano. Al termine della strada, il sentiero prosegue dritto nella faggeta e si inizia a scendere. Arrivati alla Bocchetta di Pradolino (m 491), confine di stato, prendiamo a sinistra e, su un bellissimo e largo sentiero, in falsopiano, ritorniamo al bivio preso all’andata per ritornare al punto di partenza.

Partenza: ore 7.00 dalla sede sociale
Difficoltà: EN – Escursionistica/Naturalistica
Equipaggiamento: media montagna
Dislivello: 1.100 m
Tempo di percorrenza: 6.00 ore complessive (con soste lungo il percorso)
Coordinatore: Operatore Naturalistico Culturale VFG  R. Nobile 339 3723070
Trasporto: mezzi propri
Carta Topografica: Tabacco n. 41

È richiesta la prenotazione al coordinatore anche a mezzo sms.

Anello Malga Coot – Alta Val Resia

Data: luglio 21, 2019

2019

Da Resiutta si raggiunge Stolvizza. Poi da Coritis si prosegue per malga Coot, dove parcheggeremo le auto. In pochi minuti si raggiunge la malga dove inizierà il percorso (m 1.190), sentiero CAI n. 741.
Si raggiunge quindi il monte Guarda (m 1.720) in circa 2 ore, quindi prenderemo il sentiero n. 731 attraversando la dorsale della Baba Grande e Baba Piccola e raggiungeremo il bivacco Costantini a m 1.690 in circa un’ora. Da qui inizieremo la discesa fino a raggiungere malga Coot, dove pranzeremo.

Partenza: ore 6.30 dalla sede sociale
Difficoltà: E – Escursionistica
Equipaggiamento: media montagna
Dislivello: 700 m
Tempo di percorrenza: 4.30-5.00 ore
Coordinatori: P. Totis 334 9217082, L. Vallar 338 7123637
Trasporto: mezzi propri
Carta Topografica: Tabacco n. 27

È richiesta la prenotazione ai coordinatori anche a mezzo sms.

Monte Pramaggiore

Data: luglio 18, 2019

Posizione: m 2.478

INFRASETTIMANALE 2019

Partenza: il luogo di ritrovo e l’orario di partenza verranno stabiliti di volta in volta dai coordinatori.
Dislivello: m 1.300
Difficoltà: EE
Tempo di percorrenza: ore 8.00 totali
Coordinatore: Walter Cimarosti 348 2440538

Prenotazione gradita entro il giorno precedente.

Monte Valcalda

Data: luglio 14, 2019

Posizione: m 1.908

2019

Dalla Sede di Tramonti di Sopra si segue la S.R. 552 fino al passo del monte Rest. Da lì, parcheggiate le auto, si procede sul sentiero Ursula Nagel (n. 826), una comoda mulattiera, fino a raggiungere la casera del monte Rest. Da qui il sentiero procede risalendo i pendii prativi fino a raggiungere una croce, che si trova all’incrocio con il sentiero che ci condurrà fino a forcella Sopareit.
Da qui si risalgono i crinali del monte Valcalda fino alla vetta (m 1.908). Il rientro verrà fatto riprendendo il sentiero n. 826 scendendo lungo un canalino e i prati sopra casera Sopareit per poi continuare per il sentiero con leggeri saliscendi fino a riportarci prima in forcella, poi alla casera Rest e quindi alle auto.

Partenza: ore 6.30 dalla sede sociale; 7.00 dalla Sottosezione Valtramontina
Difficoltà: EE – Escursionisti Esperti
Equipaggiamento: media montagna
Dislivello: 900 m
Tempo di percorrenza: 8.00 ore
Coordinatore: P. Ferroli 338 4784809
Trasporto: mezzi propri
Carta Topografica: Tabacco n. 28

È richiesta la prenotazione al coordinatore anche a mezzo sms.

Portela del Pezedei

Data: luglio 7, 2019

Posizione: m 2.097

2019

Raggiunto Forno di Zoldo prendiamo la rotabile che ci conduce a Pian de la Fopa dove parcheggiamo.
Iniziamo a salire prima per strada poi per sentiero n. 523 raggiungiamo malga Di Pramper. Proseguiamo a monte della stessa fino ad arrivare al piano dove si trova il rifugio Sommariva, continuiamo per il sentiero n. 514 e in breve arriviamo alla forcella (panorama sulla valle Agordina).
La discesa avviene fino a incrociare prima il sentiero n. 543 poi il n. 540 che seguiremo e ci riporteranno alla malga Di Pramper, dove, seguendo prima un tratto di strada, poi il sentiero dell’andata, ritorniamo al parcheggio.

Partenza: ore 6.30 dalla sede sociale
Difficoltà: E – Escursionistica
Equipaggiamento: media montagna
Dislivello: 950 m
Tempo di percorrenza: 7.00 ore
Coordinatori: A. Zavagno 338 1256740, A. Chivilò 392 3151599
Trasporto: mezzi propri
Carta Topografica: Tabacco n. 25

È richiesta la prenotazione ai coordinatori anche a mezzo sms.

Cima Delle Vacche

Data: luglio 4, 2019

Posizione: m 2.058

INFRASETTIMANALE 2019

Partenza: il luogo di ritrovo e l’orario di partenza verranno stabiliti di volta in volta dai coordinatori.
Dislivello: m 800
Difficoltà: E
Tempo di percorrenza: ore 6.00 totali
Coordinatore: Rino Giacomello 339 7544649

Prenotazione gradita entro il giorno precedente.

Cima del Lago

Data: giugno 30, 2019

Posizione: m 2.125

2019

Arrivando a Sella Nevea, si continua per Cave del Predil, scendendo nella val Rio del Lago per circa 5 km. Subito dopo un ponte parcheggiamo in un ampio spazio a destra vicino il greto del torrente.
Si inizia l’escursione lungo lo sterrato in direzione dell’altro lato della valle, superando il guado del Rio del Lago. All’inizio del bosco si seguono le indicazioni CAI n. 653 e al primo bivio, in corrispondenza di una marcata ansa, teniamo la sinistra, prendendo quota rapidamente.
Più in alto usciti dal bosco, lo sguardo può spaziare verso il gruppo dello Jôf Fuârt, che da qui mostra tutta la sua complessa struttura, salendo ancora con piccole svolte e lingue di ghiaia, fino a raggiungere il piccolo intaglio della sella del Lago (m 1.718 cippo di confine).
Dalla forcella si piega a sinistra e con una serie di brevi saliscendi, continuando in cresta, si arriva alla Cima del Lago a m 2.125, con un vasto panorama sulle Giulie italiane e slovene. Il rientro sarà per il medesimo percorso.

Partenza: ore 6.30 dalla sede sociale
Difficoltà: E – Escursionistica
Equipaggiamento: media montagna
Dislivello: 1.200 m
Tempo di percorrenza: 4.00 ore salita – 3.00 ore discesa
Coordinatore: L. Petrucco 335 7484995
Trasporto: mezzi propri
Carta Topografica: Tabacco n. 19

È richiesta la prenotazione al coordinatore anche a mezzo sms.

 

Monte Teglara

Data: giugno 23, 2019

Posizione: m 1.886

2019

La partenza è prevista alla val di Preone dove lasceremo le auto (m 765), si sale per la rotabile forestale n. 826 immersi in un bel bosco di faggi. Arriveremo in circa 2.30 ore alla malga Teglara e da qui, salendo per pendii prativi, si arriverà alla vetta in un’ora, da dove godremo di un maestoso panorama su tutta la Carnia.
Il rientro è previsto per il medesimo percorso della salita.

Partenza: ore 7.00 dalla sede sociale
Difficoltà: E – Escursionistica
Equipaggiamento: media montagna
Dislivello: 1.100 m (800 m alla malga)
Tempo di percorrenza: 6.30 ore
Coordinatori: P. Totis 334 9217082, L. Vallar 338 7123637
Trasporto: mezzi propri
Carta topografica: Tabacco n. 13

È richiesta la prenotazione ai coordinatori anche a mezzo sms.

Anello del Monte Floriz

Data: giugno 20, 2019

Posizione: m 2.184

INFRASETTIMANALE 2019

Partenza: il luogo di ritrovo e l’orario di partenza verranno stabiliti di volta in volta dai coordinatori.
Dislivello: m 1.100
Difficoltà: E
Tempo di percorrenza: ore 7.30 totali
Coordinatore: Luigi De Giusti 335 6063694

Prenotazione gradita entro il giorno precedente.