Escursioni

Prossimi eventi

Rifugio Calvi e ferrata del Monte Chiadenis

Data: domenica 8 agosto 2021

2021

GRUPPO A – Rifugio Calvi
Dislivello: 350 m
Difficoltà: E

GRUPPO B –  Via Ferrata CAI Portogruaro
Dislivello: 650 m
Difficoltà: EEA

Coordinatore: C. Bevilacqua 338 8756946

È richiesta la prenotazione al coordinatore entro due giorni dall’escursione.

Creta di Mimoias

Data: giovedì 19 agosto 2021

INFRASETTIMANALE 2021

Luogo e orario di partenza: da definire
Difficoltà: EE
Dislivello: 860 m
Tempo di percorrenza: 5 ore
Coordinatore: B. Filippetto

IMPORTANTE:
il GIORNO della settimana indicata nel programma, il LUOGO di ritrovo e l’ORARIO di partenza verranno stabiliti di volta in volta dai coordinatori in base alle condizioni atmosferiche e all’area dell’escursione.

Anello del Monte Coglians dalla parete Nord

Data: domenica 29 agosto 2021

2021

Dislivello: 1430 m
Difficoltà: EEA
Equipaggiamento: kit ferrata
Tempo di percorrenza: 9 h
Coordinatore: L. Facchin 331 8165975
Trasporto: mezzi propri

È richiesta la prenotazione al coordinatore entro due giorni dall’escursione.

Monte Nero e Monte Rosso

Data: giovedì 2 settembre 2021

INFRASETTIMANALE 2021

Luogo e orario di partenza: da definire
Difficoltà: E
Dislivello: 1250 m
Tempo di percorrenza: 7.30 ore
Coordinatore: G. Carlo Martina  328 7745554

IMPORTANTE:
il GIORNO della settimana indicata nel programma, il LUOGO di ritrovo e l’ORARIO di partenza verranno stabiliti di volta in volta dai coordinatori in base alle condizioni atmosferiche e all’area dell’escursione.

Traversata delle Bocchette Alte e Centrali delle Dolomiti di Brenta

Data di inizio: venerdì 3 settembre 2021

Data di termine: domenica 5 settembre 2021

2021

1° GIORNO
Partenza da Spilimbergo, con destinazione Madonna di Campiglio, da dove imboccheremo la strada, che ci porta in quota al Rifugio Vallesinella 1515 m, punto di partenza della nostra escursione. Ore 5 di auto Dal Rif.Vallesinella prenderemo il sentiero 317 che ci porterà al il Rif. Casinei 1825 m, continueremo lungo il sentiero 317 e raggiungeremo la nostra prima destinazione, il rifugio Tuckett 2272 m, 750 m di dislivello.
Tempo totale 2 ore circa.

2° GIORNO
Dal rifugio Tuckett, saliamo lungo il sentiero attrezzato della Sega Alta (O. Orsi) n. 303, fino a raggiungere la Bocca del Tuckett 2613 m. A questo punto, svoltiamo a destra, verso sud, lungo il sentiero attrezzato n. 305, delle Bocchette Alte, raggiungendo la quota massima di 3020 m, sullo sperone sud Cima Brenta; da qui il percorso prosegue quasi sempre in quota per poi scendere sull’ultimo tratto di ferrata, che ci raccorda con il sentiero n. 323, a quota 2593 m, e con modesto dislivello in discesa, arriviamo al rifugio Alimonta quota 2580 m dove pernotteremo.
Tempo totale 6/7 ore circa.

3° GIORNO
Dal rifugio Alimonta, risaliamo il sentiero n. 323, percorso il giorno precedente, e attraversando la Vedretta di Sfulmini (un piccolo ghiacciaio) arriviamo alla Bocchetta delle Armi, 2749 m; da qui proseguiamo, lungo la Via Attrezzata delle Bocchette Centrali, segnavia 305. Superato lo spigolo est della Torre di Brenta m.2770, passiamo sotto il campanile Alto, e Basso di Brenta, e arriviamo nei pressi della Bocca di Brenta m.2552. c/a 3ore Qui incrociamo il sentiero 318 sulla Val Brenta Alta, e scendiamo, fino al rifugio Brentei 2182 m. (rifugio attualmente in ristrutturazione) Dal rifugio Brentei, continuiamo a percorrere sempre il sentiero 318, che in questo tratto si chiama sentiero Bogani, e lo percorriamo fino ad arrivare al rifugio Casinei 1825 m; da qui in breve lungo il sentiero n. 317, giungiamo nuovamente al parcheggio 1513 m. Tempo totale 7/8 ore circa più rientro in macchina.

Data: 3-4-5 settembre 2021
Difficoltà: EEA (per escursionisti esperti e allenati, tratti esposti non attrezzati)
Quota massima: m.3020
Equipaggiamento:  Imbragatura, kit da ferrata omologato, casco, ramponi, bastoncini da sci telescopici, abbigliamento d’alta montagna, scarponi adeguati ai propri ramponi.
Coordinatori: R. Francesconi 349 6900466 e F. Miani 338 6093916
Trasporto: mezzi propri
Partecipanti: 18 posti disponibili

È richiesta la prenotazione ai coordinatori entro il 31 luglio, fino esaurimento posti. Acconto alla prenotazione.

Conca di Pricot e sella Panegouz

Data: domenica 12 settembre 2021

2021

La partenza avviene dopo il ponte Lavaz sul torrente Pontebbana che si trova subito dopo l’abitato di Studena Bassa. Sentiero n. 432.
Si attraversa la conca di Pricot per salire a destra sulla sella di Panegouz fra il Malvuerich basso e alto. Possibilità di visitare il monte Panegouz.
Rientro dopo aver visitato la conca attraverso la strada di accesso alla stessa per ammirare le splendide cascate del torrente.

Difficoltà: E – escursionistica
Dislivello: 800 m
Tempo di percorrenza: 7 ore
Coordinatore: C. Cozzi 0427 907702 – 347 6854675
Trasporto: mezzi propri.

È richiesta la prenotazione al coordinatore entro due giorni dall’escursione.

Transumanza in Valmeduna Meduno-Rifugio Valinis

Data: domenica 19 settembre 2021

2021

Dislivello: 700 m
Difficoltà: E
Durata: 5 ore
Coordinatori: D. De Stefano 333 5994806, P. Del Din 329 6227779

È richiesta la prenotazione ai coordinatori entro due giorni dall’escursione.

Anello Monte Robon

Data: giovedì 23 settembre 2021

INFRASETTIMANALE 2021

Luogo e orario di partenza: da definire
Difficoltà: E
Dislivello: 1000 m
Tempo di percorrenza: 6.30 ore
Coordinatore: L.De Giusti 335 6063694

IMPORTANTE:
il GIORNO della settimana indicata nel programma, il LUOGO di ritrovo e l’ORARIO di partenza verranno stabiliti di volta in volta dai coordinatori in base alle condizioni atmosferiche e all’area dell’escursione.

Meduno Pedala

Data: sabato 25 settembre 2021

2021

GRUPPO A: Uscita turistica a Chievolis (16 km)

GRUPPO B: La Val Silisia (40 km)

Coordinatore: E. Serena 339 2333191

È richiesta la prenotazione al coordinatore.

Anello Casera Scric

Data: domenica 26 settembre 2021

2021

Si parte da Rivoli Bianchi tra Ospedaletto e Venzone.

Parcheggiata l’auto risaliamo lungo una pista sassosa facendo attenzione alle briglie sul greto del rio Pozzolons. Poco prima della seconda, sull’altro lato del rio, inizia un sentiero gradinato. Si sale fino a raggiungere un punto panoramico (panchina). Oltrepassata una piccola radura il sentiero rientra nel bosco. Oltrepassato un macigno con un crocefisso, il sentiero continua a salire lungo alcuni gradini e cavo passamano fino ad uscire dal bosco per raggiungere il ricovero Lis Mangis (1071 m).  Lo si oltrepassa per ritrovare il sentiero che va verso lo stavolo Scric. Si esce su una pietraia e quindi nuovamente nel bosco. Si oltrepassa un enorme macigno e infine si sbuca al margine inferiore del prato  della casera Scric (1230 m).

Dalla casera si scende nella valletta che abbiamo risalito. Il sentiero piega a destra rientrando nel bosco. Si scende e usciti dal bosco fitto, con un ultimo traverso, ci si innesta sul segnavia CAI n.708 per arrivare alla forca di Ledis (752 m). Per una discesa più rapida è possibile tralasciare il segnavia principale che si mantiene sulla destra e proseguire lungo ghiaie di sinistra. In ogni caso le tracce si riuniscono alla base del vallone. Infine si prosegue perdendo quota fino ad innestarsi sulla mulattiera che rientra nel bosco riportando al punto di partenza.

Difficoltà: E  – escursionistica / Naturalistica
Equipaggiamento: media montagna
Dislivello: 800 m
Tempo di percorrenza: 5 ore ca. complessive
Coordinatore: Operatore Naturalistico Culturale Nazionale FVG R. Nobile 339 3723070
Trasporto: mezzi propri
Altitudine min: 350 m
Altitudine max: 1230 m

È richiesta la prenotazione al coordinatore entro due giorni dall’escursione

Eventi passati

Sentiero attrezzato “Ceria Merlone” – Gruppo Jof di Montasio

Data: domenica 1 agosto 2021

2021

ANNULLATA CAUSA NEVE

Dal parcheggio dei Piani del Montasio m.1502 (Sella Nevea), saliremo verso il rif. G. Di Brazzà e ancora verso la cima di Terrarossa fino ad un bivio al di sotto di essa. Da qui prenderemo il sentiero di destra che ci porterà in breve alla Forca De Lis Sieris m.2274, dove ha inizio il sentiero alpinistico “Ceria Merlone”. Il sentiero si sviluppa per circa 3 km, risale per canalini e cenge attrezzate, raggiungendo il Foronon del Buinz m.2531 e il bivacco “Luca Vueric”, scesi dalla cima, aggireremo il Medeon del Buinz m.2554, la Forca de la Val m.2352, costeggeremo la Cima De La Puartate e Punta Plagnis m. 2411, infine scenderemo alla forcella Cregnedul m. 2340. Da qui procederemo sul versante nord-est di Punta Plagnis, e tramite cenge e qualche canalino, scenderemo i banchi rocciosi che portano alla forcella Lavinal dell’Orso m.2138, dove terminano le attrezzature (ore 3.15 dalla Forca da lis Sieris). Da qui scenderemo lungo la valle e, passato un bivio, raggiungeremo il Passo degli Scalini m.2022, poi con un bel sentiero passeremo vicino a casera Cregnedul di Sopra e prendendo la pista che taglia in quota verso ovest raggiungeremo il parcheggio ai Piani del Montasio.

Difficoltà: EEA-Escursionisti Esperti Alpinistica – con buon allenamento
Equipaggiamento: alta montagna (imbrago, set da ferrata omologato e casco)
Dislivello: 1400  m
Tempo di percorrenza: 8.30 ore complessive
Coordinatore: M. Petrucco 338 2791255
Trasporto: mezzi propri

È richiesta la prenotazione al coordinatore entro due giorni dall’escursione.

Cimon del Cavallo (Cima Manera)

Data: domenica 1 agosto 2021

2021

Dal parcheggio di Malga Capovilla si imbocca il sentiero CAI 916 che ci porterà nel catino della Val Sughet, arrivati alla forcella del Cavallo per tratto attrezzato di cresta raggiungeremo la cima a 2251 m.
L’itinerario di discesa avverrà per il medesimo percorso tranne per il tratto iniziale che seguirà un canale attrezzato facile.

Difficoltа: E fino alla forcella – EEA facile fino alla Cima
Dislivello: 900m E , 200m EEA
Tempi: 5 ore
Coordinatore: L. De Giusti  335 6063694
Trasporto: mezzi propri

È richiesta la prenotazione al coordinatore entro due giorni dall’escursione.

Anello del Monte Lodin

Data: domenica 25 luglio 2021

2021

Si Parte da casera Ramaz che si raggiunge da Paularo lungo la rotabile che porta al Cason di Lanza. L’escursione inizia lungo il sentiero 457 che sale dietro la casera e si inoltra subito nel bosco fino a casera Ramaz alta (1463 m). Poco dopo si esce dal bosco in una bellissima radura prativa e si prosegue fino a casera Lodin alta (1680 m). Si seguono le indicazioni per passo Lodinut (1817 m). Da qui si sale a destra costeggiando in cresta le trincee della grande guerra e si raggiunge una prima elevazione a quota 1920 metri; si scende per poi risalire fino alla cima del Lodin (2015 m). L’anello prosegue lievemente in discesa lungo il crinale passando ancora accanto a resti di trincee fino alla cima Val di Puartis (1927 m) e continuando lungo il crinale ad un certo punto si trova sulla destra, la partenza del Sentiero dei Celti (da utilizzare se si vuole accorciare l’itinerario). Proseguendo oltre arriviamo ad imboccare una mulattiera e poi la carrareccia di servizio della casera Meledis alta (1513 mt).Da qui si scende lungo il prato su percorso non obbligato fino al limite del bosco dove si ritrova il segnavia e si arriva alla mulattiera che porta a casera Meledis bassa (1087 m). Da questa casera in breve si raggiunge casera Ramaz e la fine dell’escursione.

Difficoltà: E – escursionistica / Naturalistica
Equipaggiamento: media montagna
Dislivello: 1000 m
Tempo di percorrenza: 6 ore complessive (comprese fermate)
Coordinatore: Operatore Naturalistico Culturale Nazionale FVG R. Nobile 339 3723070
Trasporto: mezzi propri
Altitudine min: 1050 m
Altitudine max: 2015 m

È richiesta la prenotazione al coordinatore entro due giorni dall’escursione.

Weekend in Piemonte: non solo Dislivello! Cupola di Vicoforte, Monte Matto, visita di Cuneo e caseificio

Data di inizio: venerdì 23 luglio 2021

Data di termine: domenica 25 luglio 2021

2021

“Weekend in Piemonte: non solo dislivello!”
Cupola di Vicoforte, Monte Matto mt. 3088, visita di Cuneo e caseificio

VENERDÌ 23 luglio 2021
ore 5:00 Ritrovo e partenza dalla Sede Cai di Spilimbergo
ore 11:30 Arrivo a Vicoforte (Mondovì)
Spuntino enogastronomico
ore 12:30 Visita al Santuario di Vicoforte con salita
(elmetto e imbrago verranno forniti direttamente alla partenza)
alla cupola ellittica più grande del mondo
(durata circa 2 ore)
ore 14:45 Partenza per St.Anna di Valdieri (CN) – mt. 978 s.l.m. (circa 1 ora)
N.B. possibilità di lasciare un cambio pulito in pulmino
ore 16:00 Salita al Rifugio Livio Bianco – mt. 1910 s.l.m. (mt. 932D+ circa 2:30-3:00)
ore 19:30 Cena e pernottamento in Rifugio Livio Bianco (link)

SABATO 24 luglio 2021
ore 7:00 Colazione
ore 8:00 Partenza per la Cima Est del Monte Matto (link) – mt. 3088 s.l.m. (mt. 1180D+)
Discesa per lo stesso itinerario di salita
(durata gita 7 ore)
ore 19:00 Cena e pernottamento in Rifugio

DOMENICA 25 luglio 2021
ore 7:00 Colazione
ore 8:00 Rientro a St. Anna di Valdieri (circa 2 ore)
ore 10:15 Trasferimento in pulmino a Cuneo
ore 11:00 Ritrovo con guida turistica per una passeggiata e visita della città
ore 12:30 Trasferimento in pulmino in Valle Grana
ore 13:00 Visita stagionature del Caseificio “La Poiana” a Pradleves con aperì-pranzo:
tagliere salumi e formaggi con marmellate e miele
pane
1 bottiglia di vino ogni 4 persone
acqua
1 fetta di torta
ore 15:30 Partenza e rientro a Spilimbergo con arrivo previsto intorno alle 22-22:30

 

La quota di partecipazione è di € 240 (forse qualcosa in più causa adeguamento costi!!!) e comprende:
– trasporto A/R e trasferimenti intermedi in pulmino con autista;
– spuntino enogastronomico del venerdì;
– visita guidata alla cupola ellittica di Vicoforte e noleggio kit;
– n. 2 notti con trattamento mezza pensione in Rifugio;
– vitto e alloggio autista;
– visita guidata di Cuneo;
– visita caseificio, aperi-pranzo.

N.B. eventuali mance e/o spese personali non sono comprese!

MATERIALE:
Sacco letto – asciugamano – ciabatte
Caschetto
Ramponi o ramponcini (possibilità di trovare neve)

Coordinatori: E. Deano 339 5881781 – Helena 339 8970458 – L. Petrucco 3357484995

Croda dell’Arghena 

Data: mercoledì 21 luglio 2021

INFRASETTIMANALE 2021

Luogo e orario di partenza: da definire
Difficoltà: EE
Dislivello: 760 m
Tempo di percorrenza: 5 ore
Coordinatore: B. Filippetto 320 4566166

IMPORTANTE:
il GIORNO della settimana indicata nel programma, il LUOGO di ritrovo e l’ORARIO di partenza verranno stabiliti di volta in volta dai coordinatori in base alle condizioni atmosferiche e all’area dell’escursione.

Anello del Monte Palalada – Pale di San Lucano

Data: domenica 18 luglio 2021

2021

Da Agordo ci si porta nella Valle di San Lucano, la si percorre interamente fino al borgo di Col di Prà oltre il quale si posteggia. Dal parcheggio si segue il segnavia CAI 761 che taglia alcuni tornanti della strada forestale che conduce alle case di località Pont, si oltrepassano le case e presso un ponte si trova il bivio con tabelle dove chiuderemo l’anello (1149 m – 0,30’). Seguendo il segnavia CAI 764 si attraversa il ponte e si segue il sentiero che sale ripido attraverso un bosco sino ad un primo bivio (Col Piciol 1290 m) ed al successivo per forcella Gardes (1400 m)si mantiene la sinistra seguendo il segnavia CAI 762 che porta sull’alta Val Malgonera dove sorge l’accogliente Baita Malgonera, splendida vista sulle pareti dell’Agner. Dalla baita si attraversa in leggera salita in direzione nord ovest sempre sul sentiero 762, fino a raggiungere i prati dove sorge la casera Ai Doff (1876 m) sotto la Cima Caoz. Dalla casera si prosegue alla forcella Cima Caoz posta al di sopra di essa tramite il sentiero CAI 759 dove si apre un magnifico panorama verso la parete sud della Marmolada e sulle Pale di San Martino. Si prende a sinistra in direzione est seguendo inizialmente il sentiero 759 e poi staccandosi da esso per risalire il ripido pendio erboso che porta alla Cima Caoz (2050 m). Dalla cima seguendo la cresta si ritorna sul sentiero che lungamente e sempre in cresta porta in cima al Monte Palalada (1973 m) Superata la cima si prosegue sempre in cresta fino a quando il sentiero con alcune ripide svolte porta a scendere verso forcella Cesurette e da questa a casera Campigat (1801 m). Oltrepassata la casera ci si immette nell’ampio sentiero CAI 761 che scende la Val di Relane, attraversando il col della Pita ci si riporta al ponte a Pont dove si chiude l’anello. Seguendo a ritroso il percorso dell’andata si rientra al posteggio a Col di Prà.

Difficoltà: E
Dislivello: 1200 m
Tempo di percorrenza: 6 ore
Coordinatori: H. Benet 339 8970458, G. Cesare 331 5776052
Trasporto: mezzi propri

È richiesta la prenotazione ai coordinatori entro due giorni dall’escursione.

Ferrata della Memoria Vajont

Data: domenica 11 luglio 2021

2021

Dislivello: circa 260 m. Sviluppo ferrata 700 m
Difficoltà:
Equipaggiamento: kit ferrata
Tempo di percorrenza: 2 h e 30′
Coordinatore: L. Facchin 331 8165975
Trasporto: mezzi propri

È richiesta la prenotazione al coordinatore entro due giorni dall’escursione.

Sentiero Re di Sassonia (Brunner-Corsi)

Data: giovedì 8 luglio 2021

INFRASETTIMANALE 2021

Luogo e orario di partenza: da definire
Difficoltà: EEA
Dislivello: 900 m
Tempo di percorrenza: 7 ore
Coordinatore: W. Cimarosti 348 2440538

IMPORTANTE:
il GIORNO della settimana indicata nel programma, il LUOGO di ritrovo e l’ORARIO di partenza verranno stabiliti di volta in volta dai coordinatori in base alle condizioni atmosferiche e all’area dell’escursione.

I Gendarmi degli Sfornioi

Data: domenica 4 luglio 2021

2021

RINVIATA
Ai piedi dello Sfornioi Nord, sospese nel cielo in direzione delle crode di bosconero, si profilano delle spettacolari guglie dolomitiche che sfidano la gravità.
Punto di partenza e arrivo: Passo Cibiana (1530 m)
Caratteristiche itinerario: Il ritorno per la stessa via di andata, nel dettaglio: segnavia n. 483 – 485 – traccia segnata ma non numerata fino  alla cima dello Sfornioi nord – traccia non segnata fino ai Gendarmi degli Sfornioi.

Difficoltà: E fino alla cima con la “Croce GM” successivamente EE con qualche passaggio di facile arrampicata e traccia esposta
Dislivello: 800 m
Tempo di percorrenza: 5 ore
Coordinatore: G. Martina 3287745554
Trasporto: mezzi propri

È richiesta la prenotazione al coordinatore entro due giorni dall’escursione.

Col Gentile da Forca di Pani

Data: domenica 27 giugno 2021

2021

Da Enemonzo si seguono le indicazioni a destra per Colza e da qui a sinistra si sale a Pani, e continuando si arriva a Forca di Pani dove parcheggiamo. Per sentiero CAI n. 235 si sale in bosco a casera Chiarzò, appena ristrutturata, di proprietà del comune di Socchieve. Riprendiamo il sentiero dietro la casera, leggermente in discesa nel bosco, fino ad un ampio vallone. Da qui si risale il vallone, su terreno via via sempre più aperto, si superano grandi colate ghiaiose su comodo sentiero, che a svolte porta alla Forca del Colador. Da qui si prende a destra, e superati due piccoli salti rocciosi iniziali, con comodo sentiero si risale tutto il crinale, fino alla croce di vetta del Col Gentile. Il ritorno sarà per lo stesso itinerario.

Difficoltà: E fino in forca, poi EE per la vetta
Equipaggiamento: media montagna
Dislivello: 1040 m
Tempo di percorrenza: salita ore 3.30, discesa ore 2.30
Coordinatori: L. Petrucco 335 7484995
Trasporto: mezzi propri

È richiesta la prenotazione al coordinatore entro due giorni dall’escursione.